Biondo è bello? Platino è meglio!

Sensuale, languido e difficilissimo. Sta conquistando anche le more super-convinte .
Però prima di fare questa scelta bisogna studiare bene i “fondamentali” in quanto non si tratta SOLO di una tinta perche’ cambia tutto, anche L’ ATTITUDINE .
Premessa: quando si passa da uno scuro ad un chiarissimo, bisogna avere ancora più attenzione verso i capelli, durante e dopo la decolorazione.
VIETATO il “Fai Da Te “. 
La colorazione platino, se non viene eseguita con degli accorgimenti, può ” bruciare ” la fibra dei capelli.
Per questo motivo, prima di procedere ad una trasformazione così radicale, si valuta lo stato di salute dei capelli e si procede alla schiaritura desiderata e in quanto tempo arrivarci.
Se i capelli non dovessero essere sani, si propone di tagliare .
Se è sufficiente schiarire solo di tre toni, si può utilizzare una formula super schiarente, rispettando i capelli.
Se, invece, il colore di partenza è molto scuro, serve il decolorante, da applicare con volumi prima bassi , poi via via più decisi , fino al biondo desiderato.
I TUOI ALLEATI
Il biondo va nutrito ,curato .
Ad ogni lavaggio, utilizza prodotti nutrienti e rigeneranti della fibra capillare ( shampoo, maschera da lasciare in posa almeno 10 minuti, fiale ricche di principi attivi rigeneranti e riparatori ).
Quando asciughi i capelli applica sempre un termoprotettore sui capelli ancora umidi e un olio sigilla cuticole a fine asciugatura, per rinforzare e lucidare i capelli.

Lascia un commento